Progetto Luoghi d'incontro

Luoghi d’incontro è pensato come uno spazio che tutela il minore nel suo “diritto di visita e di relazione” e verifica se ci sono le condizioni sufficienti e/o necessarie per l’assunzione delle responsabilità genitoriali proponendosi come un luogo protetto qualificato e neutro che non appartiene a nessuno dei contendenti e che, a poco a poco, diviene familiare e quotidiano per tutti. È uno spazio privilegiato e predisposto strategicamente per l’incontro tra i minori e i genitori, in un ambiente accogliente e con un setting tecnico professionale alla presenza di operatori qualificati per la situazione specifica. L’obiettivo generale è quello di recuperare, mantenere e migliorare la relazione parentale, nel rispetto dei bisogni evolutivi dei minori, quando il conflitto tra i genitori o altre situazioni compromettono il rapporto genitori/figli. Il benessere psicologico del minore unito al sostegno della genitorialità è la mission principale svolta dagli operatori dei Luoghi d’incontro. DESTINATARI Le situazioni-tipo per le quali si fa ricorso allo spazio neutro Luoghi d’incontro sono:

  1. affido condiviso dei minori (la coppia si è divisa ed i bambini sono stati affidati ad uno dei due genitori);
  2. affido eterofamiliare (i bambini sono stati affidati ad un diverso nucleo familiare);
  3. ambiti parentali in cui si può esercitare il diritto di visita in situazioni caratterizzate da maltrattamento, trascuratezza ed abuso e in presenza di decreti limitativi della potestà genitoriale o di procedimenti penali.

Per i vari tipi di incontro è possibile scaricare la seguente modulistica:

  • Scheda d’accesso al Servizio Luoghi di incontro
  • Accordo tra Luoghi di incontro e Servizio Sociale
  • Accordo tra Luoghi di incontro e il genitore/parente incontrante e genitore affidatario.

Per informazioni più dettagliate è possibile scaricare i seguenti documenti in versione pdf.