Attività

Le attività principali del Centro Amaltea sono:

 

Campagne di sensibilizzazione e promozione dell’affido

Attraverso continue e mirate campagne di promozione, con l’aiuto di strumenti e mezzi che di volta in volta vengono pensati e inseriti in progetti specifici, si vuole arrivare alla sensibilizzazione dei nuclei familiari e delle realtà sociali pubbliche e private presenti sui territori per un’apertura verso una cultura della solidarietà, dell'accoglienza e dell'affidamento familiare sempre più diffusa.

In questa specifica azione di promozione il Centro Amaltea, oltre a servirsi di strumenti concreti come la divulgazione di materiale, la partecipazione a manifestazioni o incontri pubblici, la pubblicazione di articoli su quotidiani e riviste, si serve soprattutto del contributo di alcune famiglie affidatarie che, attraverso la loro esperienza significativa sono testimoni privilegiati del valore dell’accoglienza e della solidarietà verso bambini e famiglie in difficoltà.

 

Formazione

Attraverso la formazione le famiglie possono conoscere e approfondire i temi inerenti l’affido e le altre forme di accoglienza. Il corso base, che viene proposto due volte l’anno, è strutturato in quattro serate nelle quali si affrontano gli aspetti  sociali, psicologici, motivazionali e  giuridici dell’affido. Anche in queste serate è importante la presenza di famiglie affidatarie che portano la loro testimonianza. Inoltre si organizzano incontri formativi mirati in specifici periodi dell’anno e una formazione permanente per le famiglie appartenenti ai quattro gruppi del territorio con approfondimenti tematici alternati a momenti di mutuo auto aiuto.

 

Valutazione

Le coppie e i single che hanno concluso il corso  di formazione iniziano il percorso di conoscenza/valutazione con gli operatori del Centro Amaltea o del Centro Affidi dell’Asl. Il percorso consiste in alcuni colloqui e una visita domiciliare, al termine dei quali si restituisce alla coppia o al single quanto emerso, per essere poi inseriti nella banca dati del Coordinamento.

 

Abbinamento

In seguito alla richiesta di famiglie affidatarie proveniente dai Servizi Territoriali, l’equipe affidi ipotizza un abbinamento possibile, attingendo dalla propria banca dati la risorsa più rispondente alle caratteristiche del minore. L’equipe propone poi tale abbinamento al servizio di competenza.

 

Accompagnamento

Le reti del CFA hanno inserito nei progetti di affido il consulente familiare quale professionista che si pone a fianco della famiglia affidataria nella concreta gestione del progetto di accoglienza del minore.